SCRITTO DAL CIELO

EMILIO CRISPO

CIELO CHE POESIA
secondo Diario di un angelo

in copertina un disegno di Emilio
L'infinito, sul quale un angelo sta aprendo il sipario

368 pagine - 276 lettere inedite
scritte dal 1997 al 2002, ordinate secondo i contenuti

UNDICI CAPITOLI ILLUSTRATI DAI DISEGNI DI EMILIO

ANGELI
Spirito, vita, verbo, energia, moto perpetuo
LA REGOLA DEL GIOCO
C'era una volta un disegno d'amore
LA VERA NATURA DELL'UOMO NELLA NATURA
Un libro che l'uomo deve ancora imparare a leggere
CUORE AMORE DOLORE
Nelle mani di Dio nucleo d'Amore
LO SCRIBA La mano e il cuore

ANTENNE
Uno scriba per Ghigo e tanti altri giovani angeli

LE IMMAGINI DELLO SPIRITO
Doti irrinunciabili del personaggio uomo
SOLONI SCETTICI E SAPIENTONI
Trattasi di materia di studio immateriale
LA VITA IN SALITA
Appiccicati a terra anelando a sollevarsene

SUL FILO DEL TRAGUARDO
Trionfo della luce sulle tenebre
VITA BEATA

Sta, vive ed esulta uno stuolo di creature celesti


Quando la vita é amore
CIELO CHE POESIA

Nel secondo diario di un angelo, storie che non si consumano e diventano eterne


Cielo, che poesia! Non ci sarebbe motivo di stupirsi se fosse soltanto l'esclamazione di un lettore estasiato, ma nel nostro caso è anche il titolo di un libro scritto dal cielo. Proprio così, basta leggerlo, possibilmente senza farsi distogliere dalla curiosità per il fenomeno inconsueto, per sentirsi sollevati lassù dove tutto è amore. Certamente un autore-angelo non è cosa di tutti i giorni, soprattutto se non ha la fisionomia ieratica del personaggio biblico, ma il volto sorridente di un ragazzo che fino a poco tempo fa allietava la terra. Ma perché "allietava"? Nulla impedisce ai residenti del cielo di allietare la terra, Emilio lo ha già dimostrato scrivendo, nella mano dei suoi genitori dapprima disperatamente increduli poi sempre più serenamente certi della verità, il romanzo d'amore della sua nuova vita, non lontana ed inaccessibile ma concretamente reale nella perfetta completezza della vita dello spirito.
Così è nato il suo primo Diario di un angelo, talmente bello, luminoso e vero che non ha sorpreso per l'improbabile fenomeno "paranormale" ma, con sei edizioni a ritmo serrato, è immediatamente diventato un vero fenomeno editoriale. Un libro che ha raggiunto tanti come un dono del cielo, portando con sé gioia, serenità e amore per la vita.
Ed ora ecco il "secondo Diario di un angelo, che già tanti e tanti attendono con curiosità, con impazienza, con fede sempre più solida e concreta. " La nuova raccolta degli scritti di Emilio compone un libro straordinario, scritto in un linguaggio visuale fatto di disegni e parole vibranti, che ancora meglio allieta il percorso tra cielo e terra, "per confermare per sempre il nostro comune destino, la nostra storia unica che non avrà fine ma solo letizia".
CIELO CHE POESIA parla della vita, nel tempo e nell'eternità, nello spazio e nell'infinito, come di un tesoro da scoprire istante per istante, che si rigenera senza mai consumarsi perché è alimentato dell'inesauribile Amore di Dio.
"Nel cuore di ciascuno c'è un angolo di cielo da esplorare prima che il suo orizzonte si dilati nell'eternità".
Per il lettore che si avventura in questo emozionante viaggio, Cielo che poesia è una guida disinvolta e affidabile, più o meno impegnativa nella varietà dei percorsi, ma sempre incoraggiante nella descrizione della meta agognata. Ma il dato più affascinante emerge dalle righe, nella sincerità di chi si esprime per esperienza di vita vissuta, e perciò suscita simpatia, ammirazione e fiducia spontanea. La lettura corre veloce su pagine di rara efficacia, squisitamente armoniose sul piano letterario quanto vivaci e disinvolte nella naturalezza espressiva. E' una scrittura giovane, che affronta contenuti importanti con entusiasmo sapiente e sa stabilire la tensione necessaria a tenere avvinto il lettore, senza speculare sui sentimenti e tanto meno sulla soggezione intellettuale.
E questo è fondamentale ai fini della comunicazione di concetti che i mortali fanno fatica a sfiorare sulle ali della fantasia o ad immaginare con il sostegno della fede, ma diventano accessibili se un angelo socchiude il sipario sulla poesia del cielo, prendendoli per mano ed aiutandoli a viverla insieme anche su questa terra. "L'emozione di chi attende nuove rivelazioni, nuove verità, non sarà delusa dal sentirsi ribadire che non c'è nessuna novità nella Parola di Dio, che non sia stata già espressa e fissata per sempre nella storia e nei destini dell'umanità. Ma diventerà emozione più grande, più sentita, più stimolante, per le conferme che siamo in grado di dare attingendo alla Fonte. Certo, non sarà un libro da divorarsi in una lettura tutta d'un fiato, ma un luogo in cui meditare, in cui cercarsi dentro, in cui aprire il cuore per lasciarselo esplorare, percorrere e ricolmare d'amore".
Dunque non resta che immergersi nella lettura del secondo Diario di un angelo, amarlo e ringraziarne Dio.
"Tutto questo nostro cielo, questa volta sotto la quale prendono vita tante storie, compresa la nostra, è pervaso dalla poesia dell'Amore che lo sostiene e lo rende incomparabilmente vitale. Sono storie che non si consumano ma diventano eterne, a testimonianza di quell'amore che Dio ci insegna a cercare e ci sollecita a trovare, rovistando caparbiamente anche tra le avversità della vita".

MB

BACK